Byron Rich:Protista Imperialis

Byron Rich/Protista Imperialis/2011-2012

Byron Rich nella sua pratica integra fotografia (digitale e umido), scienze biologiche, l’elaborazione computazionale, interattività, e dei media digitali per trasmettere le sue motivazioni concettuali. Il suo lavoro è radicato nell’ analisi critica delle interazioni basate su Internet e le tecnologie biologiche manifestate in un linguaggio visivo che invita gli spettatori a prendere in considerazione l’effetto di questi strumenti che ci sono nella loro vita giorno dopo giorno. Protista Imperialis è una bio-scultura interattiva realizzata nel2011/2012 che utilizza un apparato tecnologico elaborato per mantenere o distruggere se stessa in funzione dell’interfaccia tra lo spettatore e l’arte. Il lavoro utilizza alghe per rappresentare il mondo naturale, e l’apparato tecnologico a significare la tecno-sfera che media il nostro rapporto con l’ambiente sociale.
Il pezzo offre allo spettatore un enigma morale. Mantenendo prossimità del lavoro e un impegno attivo di esso, il visualizzatore è in grado di sostenere la vita della bio-scultura. Una volta che lo spettatore si stacca dal pezzo, l’apparecchio ritorna a uno stato in cui decade la scultura. Questo risultato è ottenuto utilizzando motion-sensing, tecnologia che emette un segnale che viene tradotta in un suono ad alta frequenza quando i visualizzatori mostrano apatia attraverso il non-movimento o sono rimossi dall’area di visualizzazione. Questo tono ad alta frequenza è stato indicato per attenuare la crescita di alghe a livello molecolare.

Byron Rich/Protista Imperialis/2011-2012

Protisti Imperialis è progettato per invertire la convinzione apparentemente prevalente che il nostro rapporto con l’ambiente sociale viene negativamente influenzato attraverso la mediazione dalla tecno-sfera. Il pezzo è destinato a fornire uno spazio contemplativo in cui lo spettatore ha la capacità di sostenere, o sospendere la capacità della bio-scultura a crescere. In sostanza l’artista ha puntato a produrre un pezzo che avrebbe generato se stesso con l’impegno attivo dello spettatore, o al contrario essere distrutto da interazione apatico.

Byron Rich/Protista Imperialis/2011-2012

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...