Miljenko Šimić

Miljenko Šimić /2012

Miljenko Šimić /2012

Questo lavoro è una sorta di mappamundi, che si compone di sette taniche  casuali su cui sono stampate sagome di ciascuno dei sette continenti (Africa, Antartide, Australia, Asia, Europa, Sud America e Nord America). Ogni scatola metallica con silhouette annesso rappresenta metaforicamente un silo pieno di esperienze passate, i pregiudizi e le altre relazioni tra il segno e il fenomeno che rappresenta un continente cartaceo. Con ogni continente stampato nella mente dello spettatore si crea un insieme di credenze e pregiudizi. Queste credenze e pregiudizi sono racchiusi in silos che sono incompatibili a causa di lacune conoscitive. In qualche modo, dunque, il suo lavoro è l’ecumenismo frammentato: le lacune cognitive si verificano all’interno del mondo conosciuto.

Miljenko Šimić /2012

Miljenko Šimić /2012

Miljenko Šimić /2012

Miljenko Šimić /2012

Altra intressante opera è “Ceci n’est pas l’Afrique”,questo documento si applica al concetto di Rene Magritte in cartografia e in particolare la separazione dei continenti come entità separata geografica, politica e culturale. Come nel caso Magritte , che in realtà non è una pipa, anche lui in quest’opera  il ritratto di un continente non è il territorio a cui si riferisce. Tuttavia, nel caso di quest’ultimo, le cose sono ulteriormente complicate dal fatto che il nome del continente (in questo caso Africa) non può includere la necessità del territorio mostrata. Tuttavia, il problema è che la cartografia, dal punto di vista semiologico, vede la mappa come un segno non solo marchi, ma anche cambiando il territorio designato. Soprattutto è questo il caso per quanto riguarda l’Africa che si sia internamente che esternamente impostata e segnata dal colonialismo delle potenze europee.

Miljenko Šimić/Ceci n’est pas l’Afrique/2012

L’artista copre il tema della cartografia, che la trova una forma di linguaggio, con la sua  sintassi,  grammatica e modi di astrarre la realtà. Innanzitutto,  usa la proiezione Gall-Peters e gira il mondo “sottosopra” per criticare il dominio del Nord sul Sud. In secondo luogo,  sovrappone sulla mappa vari elementi grafici, che rappresentano la geografia mentale di modelli standardizzati di cyber-interazione attraverso i social network.

Miljenko Šimić /2012

Miljenko Šimić /2012

Miljenko Šimić /2012

Miljenko Šimić /2012

Miljenko Šimić /2012

Miljenko Šimić /2012

Qui sotto egli ha preso tre isole peculiari: Pitcairn, Nova Zembla e Utoya per il loro isolamento. Pitcairn è l’isola dove gli ammutinati del Bounty hanno trovato rifugio. L’isola esiste oggi ed è abitata da un manipolo di discendenti di ammutinati, che vivono in un isolamento estremo dal resto del mondo. Nova Zembla è un’isola disabitata appartenente al Canada. Utoya (Outer Island) è un’isola notorios per il massacro del 2011.

Miljenko Šimić /2012

Miljenko Šimić /2012

Miljenko Šimić /2012

Miljenko Šimić /2012

Miljenko Šimić /2012

Miljenko Šimić /2012

Si tratta di un dipinto, raffigurante la zona storica della Palestina con i suoi immediati dintorni, incorniciati all’interno di una tela a forma di croce. Nella  mappa  il titolo  implica che la contesa ancora affligge l’area, rendendola eternamente Crocifissa. Ho rinforzato l’idea di disegnare una scala della mappa (una caratteristica che di solito compare sulla maggior parte delle mappe ) ma questa volta con un riferimento temporale, piuttosto che spaziale, a significare le migliaia di anni di guai. Per questo pezzo, ha ricevuto un riconoscimento speciale dal Zagabria Accademia di Belle Arti presso il “Salone del Patrimonio Passionic” che si è tenuta a Zagabria nel mese di aprile del 2012.

Miljenko Šimić / Palestina/2011

Miljenko Šimić /2012

Miljenko Šimić /2012

Un dipinto che ha realizzato per l’Olympic Sport and Art competition. In questo pezzo, ha confrontato la fiamma olimpica con la mappa del mondo, sullo sfondo ha utilizzato i colori olimpici.

Miljenko Šimić/Olympic Sport and Art competition/2012

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...